Associazione Culturale Khorakhanè / C.F. 92170110289 / P. I. 04669160287 - info@khorakhanet.it / Tel 049 9815190

Artisti selezionati per il bando “I Mille Volti della Maschera” – progetto I’M Museum

Artisti selezionati per il bando “I Mille Volti della Maschera” – progetto I’M Museum

Lunedì 8 giugno sono stati selezionati i progetti vincitori del bando I MILLE VOLTI DELLA MASCHERA, vagliando i progetti di 47 artisti candidati provenienti da tutta Italia e dall’estero.

Il bando chiedeva agli artisti di reinterpretare una delle cinque opere del patrimonio artistico del Museo Internazionale della Maschera Amleto e Donato Sartori di Abano Terme: la maschera di Arlecchino (Hellequin condottiero della masnada selvaggia), la maschera delle Erinni, quella del Ruzante e due Strutture Gestuali: la Maternità e il Miologico.

La giuria, composta dal professor Guido Bartorelli, la critica e storica d’arte Virginia Baradel, il gallerista e consigliere della Pro Loco di Arquà Petrarca Fabbio Copercini, l’artista Martìn Romeo, il Museo della Maschera e il gruppo I’M A.R.T. dell’Associazione Khorakhanè ha selezionato i seguenti artisti:

  • CasoArt
  • Roberto Bovo
  • Sara Straseggio
  • Barbara Gerini – Ambra Parola
  • Francesca Bonfatti
  • Margherita Boccali – Cristiano Carugati – Jacopo Trivellin
  • Corina Cohal
  • Lara Monica Costa
  • Angelo Brugnera
  • Claudio Beorchia
  • Michele Tajariol
  • Luca Zanta

Artisti invitati dall’Associazione Khorakhanè, fuori concorso:

  • Paola Michela Mineo
  • Valentina Rigoni
  • Anastasia Moro

Ognuno di loro ha presentato un progetto relativo a una della maschere proposte e saranno pronti a realizzarlo in vista dell’esposizione che si svolgerà ad Arquà Petrarca dal 12 settembre al 4 ottobre 2015, negli spazi espositivi della Foresteria Callegari e dell’Oratorio della SS. Trinità.

I’M MUSEUM è curato e ideato dal gruppo I’M A.R.T. dell’Associazione Khorakhanè. Il progetto, volto alla promozione dell’arte e della cultura è sostenuto dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Padova e Rovigo nell’ambito del bando Culturalmente 2014 e patrocinato da: Regione Veneto, Provincia di Padova, Comune di Abano Terme, Comune di Arquà Petrarca, Dipartimento dei Beni Culturali dell’Università di Padova, Associazione GAI.