Associazione Culturale Khorakhanè / C.F. 92170110289 / P. I. 04669160287 - info@khorakhanet.it / Tel 049 9815190

OCULUS e il progetto Giovani Operatori per la Creatività Urbana

OCULUS – Giovani Operatori per la Creatività Urbana

OCULUS è il primo programma nazionale che forma operatori culturali

“Giovani Operatori per la Creatività Urbana” è il primo programma nazionale di formazione per operatori culturali, realizzato nell’ambito del finanziamento “Sostegno ai talenti” della Presidenza del Consiglio dei Ministri Dipartimento delle Politiche Giovanili. L’Associazione Khorakhanè è tra i partner di progetto, e ha gestito l’evento OCULUS, acronimo di Operatori per la Creatività Urbana tra Lavoro e Utilità Sociale, che per cinque giorni – dal 23 al 27 aprile 2019 ha coinvolto a Padova 40 giovani provenienti da tutta Italia nell’organizzazione dell’opera di street art dell’artista Vesod Brero sulla torretta idrica di Viale Codalunga, con il patrocinio del Comune di Padova e la collaborazione di AcegasApsAmga.

Dettaglio: Scrovegni e la navata della Cappella

OCULUS in numeri: 40 giovani e 4 tutor Khorakhané

Il programma di formazione ha coinvolto 40 giovani Operatori per la Creatività Urbana da tutta Italia, formati a dicembre 2018 in 4 classi nelle città di Torino, Bergamo, Napoli e Trieste. Successivamente i partecipanti sono stati suddivisi in quattro gruppi operativi per la realizzazione dell’opera, e seguiti da un tutor di Khorakhané per ogni gruppo: 

Agata Savino per il gruppo di logistica, l’architetto Marco Stecca per il gruppo di rapporto con il territorio e la pubblica amministrazione, Sara Pedron per la curatela con lo scopo di scegliere l’artista e il tema dell’opera, Giovanna Maroccolo per il gruppo di comunicazione addetto alla promozione dell’evento e infine il coordinatore generale dei tutor e dei partecipanti Nicola Gobbi.

Da gennaio 2019 i 40 sono stati guidati da Khorakhané via remoto, occupandosi di organizzare lo stage di produzione dell’opera di Street art a Padova.

L’artista scelto per OCULUS: Vesod

L’artista selezionato dai giovani formati per realizzare l’opera finale è stato Vesod Brero, artista piemontese, classe 1981. La sua propensione artistica, sollecitata dal padre pittore surrealista, sfocia alla fine degli anni ’90 nel mondo dei graffiti. La laurea in matematica è poi fondamentale per la sua arte, insieme con influenze rinascimentali e futuristiche.

Dettaglio: lo spirito e il cielo stellato

Vesod ha creato l’opera “Compianto, tra spirito e materia”, rivisitando il “Compianto sul Cristo morto” di Giotto della celeberrima Cappella degli Scrovegni, che prende forma partendo sia da una riflessione stilistica, riprendendo l’innovativo dinamismo dell’iconografia giottesca, sia da una riflessione storica, legata alla committenza della Cappella.

L’opera di Vesod si sviluppa su due lati della torretta: da una parte lo spirito e dall’altra la materia. Lo sfondo dello spirito si apre al cielo giottesco stellato, l’infinito. Invece la  materia è rappresentata dalle monete scintillanti e dalla Cappella, che fanno da sfondo a un dinamico gruppo di personaggi.

Il sito dell’opera è un’area multiculturale alle porte dell’Arcella, già partecipe negli ultimi anni delle dinamiche artistiche emergenti ed innovative. Nella zona si trovano varie scuole, parchi, monumenti pubblici e la stazione, centro nevralgico di scambi e incontri tra persone.

Come da programma, al termine del percorso formativo, i partecipanti diventeranno i protagonisti di una nuova ACU – Associazione per la Creatività Urbana, che entrerà di diritto nel network nazionale DTW – DoTheWriting! (www.dothewriting.it) coordinato da INWARD. Lo stesso percorso formativo, in ultimo, sfocerà in un’inedita ricerca nazionale sugli scenari lavorativi giovanili nell’ambito della creatività urbana, condotta da Inopinatum – Centro Studi sulla Creatività Urbana.

Link alle pagine ufficiale di OCULUS

> Facebook Oculus Street Art

>Instagram Oculus Street Art