Associazione Culturale Khorakhanè / C.F. 92170110289 / P. I. 04669160287 - info@khorakhanet.it / Tel 049 9815190

Premesse del progetto “L’incontro con l’altro”

Premesse del progetto “L’incontro con l’altro”

PERCHÉ NASCE IL PROGETTO “L’INCONTRO CON L’ALTRO”

Nei giorni in cui iniziavano le polemiche sulle politiche di gestione dei fenomeni migratori messe in atto dall’Italia, ed interveniva persino l’Alto Commissariato delle Nazioni Unite per i Rifugiati (UNHCR) per ribadire che gli approcci dei singoli stati alle questioni legate alle migrazioni non possono prescindere dal rispetto dei diritti umani in primo luogo di donne e bambini, l’Associazione Khorakhané di Abano Terme ha cercato nuovi modi per favorire l’incontro tra culture diverse.

Proprio “L’incontro con l’altro” è il nome del progetto che quest’associazione di giovani aponensi ha presentato all’Agenzia Nazionale dei Giovani, ricevendo il finanziamento da parte del Programma Gioventù in Azione della Commissione Europea – Direzione Generale Istruzione e Cultura.

Dice Beatrice Damiani, 25 anni, responsabile dei laboratori di discussione del progetto “L’incontro con l’altro”: “Il progetto si inserisce nel contesto di Abano Terme, città di 19.446 abitanti con una popolazione giovanile di 2.669 ed un flusso migratorio che segnala una continua crescita nella presenza di immigrati residenti sul territorio comunale, in particolare di immigrati giovani, in età lavorativa o di studio1. Le autorità cittadine promuovono l’integrazione e la partecipazione attraverso importanti strumenti come il servizio Informagiovani, le attività della Biblioteca civica, la Consulta dei giovani, la Consulta Stranieri e lo Sportello Immigrati2, ma non sono molte le occasioni di confronto orizzontale tra i giovani e mancano del tutto luoghi e momenti di integrazione tra popolazione autoctona e immigrati. Abano Terme si inserisce a sua volta nel più vasto contesto della Regione Veneto, dove i cittadini stranieri residenti rappresentano il 7,3% della popolazione, una quota più rilevante rispetto a quella nazionale, in costante crescita con tassi attorno al 9%. La loro presenza è diffusa in tutto il territorio regionale ed il 55,5% ha un’età compresa tra i 15 e 39 anni3.

Questi sono i dati oggettivi”, continua Beatrice, “ma lo stimolo per realizzare questo progetto è arrivato da recenti sondaggi che hanno segnalato tra i cittadini veneti il ritorno del senso di insicurezza, accompagnato, come in passato, da un rafforzamento del legame (percepito) tra il fenomeno dell’immigrazione e quello della criminalità comune. E’ ben il 40% delle persone interpellate a esibire questa convinzione4, e nella percezione dei più giovani (15-24 anni) il razzismo sta diventando un pericolo sempre più reale5.”

1Fonte: Dati Anagrafe – Servizi Demografici Comune di Abano Terme

2Cfr: Peg 2008 Comune di Abano Terme

3Fonte: Elaborazioni Regione Veneto – Direzione Sistema Statistico Regionale su dati ISTAT

4Fonte: Demos, Osservatorio sul Nord Est, Gennaio 2008 (Base: 1000 casi)

5Fonte: Demos, Osservatorio sul Nord Est, Ottobre 2008 (Base: 1000 casi)

0 Commenti

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*