Associazione Culturale Khorakhanè / C.F. 92170110289 / P. I. 04669160287 - info@khorakhanet.it / Tel 049 9815190

Michelangelo Zoppini

Michelangelo Zoppini
Michelangelo Zoppini

Michelangelo Zoppini

Il lavoro di Michelangelo Zoppini, artista ospite della rassegna Visione di Spazi, vuole rappresentare un unico luogo: una stazione, quella di Padova. Per arrivare a percepirla, abbiamo a disposizione diverse strade: possiamo osservare, possiamo ascoltare, addentrandoci pienamente in esse.

Il progetto prende il titolo di (CO)INCIDENZE, parola significativa quando collocata nell’ambito del viaggio e della stazione, nodo di scambio sfuggente e istantaneo: «Devi saper correre / mentre corri loro partono / sbuffano e sfiatano senza sosta e non te ne accorgi neanche / ma frenano e schioccano sempre / le coincidenze» (M.Z., 2014).

Quello che vediamo nelle stampe su vetro di Michelangelo Zoppini è una forte componente di colore e di forme. Incisivi e marcati, questi elementi si ordinano in un automatismo immediato e riusciamo a percepire cemento, edifici, marciapiedi, scale, binari, cavi, treni, finestre, ponti. Gli elementi che caratterizzano la stazione si ordinano ed emergono più chiari di prima, riconoscibili, immediati.

L’artista depura lo spazio di ogni rumore, appiattisce gli elementi di disturbo, quelli in esubero, invadenti e con precisione crea dei livelli, applica ai nostri occhi dei filtri che ci introducono a un modo di vedere un luogo, da sempre così abituale e consueto, improvvisamente chiaro e armonico. Michelangelo si appropria di un’immagine e la destruttura, esegue questo passaggio obbligato e la restituisce alla nostra vista univoca e inequivocabile.

La sperimentazione che caratterizza la ricerca di Michelangelo Zoppini lo spinge a coinvolgere nei suoi progetti anche il suono, parte integrante di (CO)INCIDENZE, che a partire dal nome sottende il concetto di collaborazione. Lo scopo è di accompagnare l’esperienza dell’osservatore, il quale può immergersi completamente nell’esperienza, imbevendo i suoi sensi. La traccia sonora è realizzata a quattro mani da Michelangelo Zoppini e dal musicista Mirko Brigo.

Michelangelo Zoppini, classe ‘90, studia a Venezia NTA Arti Visive e Progettazione Multimediale all’Accademia di Belle Arti di Venezia. L’attività di graphic designer ricopre un ruolo parallelo all’interno della formazione artistica dell’artista.

panart90@gmail.com

Si ringrazia per la stampa Studio Crescendo

logo-crescendo

3 Marzo 2015