Associazione Culturale Khorakhanè / C.F. 92170110289 / P. I. 04669160287 - info@khorakhanet.it / Tel 049 9815190
Pocket Strobo

POCKET STROBO

Gli artisti coinvolti nel progetto, legati dalla volontà di proiettare emozioni e sensazioni reali in un’opera unica, hanno creato l’installazione artistica Pocket Strobo per partecipare al bando di residenza artistica Whats the Deal, promosso dal Dipartimento di Arte e Cultura della Città di Monaco (Cultural Education, Urban Cultures, International Relations).

L’installazione è pensata per essere realizzata con materiale di riuso, nel tentativo di riacquistare la consapevolezza della materia e del mondo che ci circonda. La struttura è realizzata con il legno, e si compone di stracci e tessuti, ruote di biciclette e fibra di vetro.

Ogni livello rappresenta uno stato della nostra condizione umana, che si fa universale.

Prima il cerchio, immagine del tempo, di uno specifico momento: ora. Il momento è questo, è questa l’occasione per ricominciare.

Il secondo livello è composto da un cubo, le cui pareti sono aperte grazie all’utilizzo delle ruote, nel tentativo di diffondere la necessità del cambiamento. Il cubo ha la funzione di ospitare un musicista, e le onde del suono prodotto saranno il veicolo del messaggio.

Il terzo livello si costituisce di un tunnel aperto, vera continuazione e prolungamento del lavoro. Questo, aperto come il cubo, permette di guardare oltre, al di là di una situazione di stasi. Il tunnel può contenere giovani e adulti, uomini e donne: non esiste distinzione tra chi è accomunato dagli stessi bisogni e dalle stesse paure. Dentro il tunnel sarà possibile essere investiti dal flusso generato dal cubo, che sarà possibile condividere e vivere insieme.

Artisti: Sofia Sponton, Marco Zecchinato, Michelangelo Zoppini, Luigi Fasolato.

Curatrice: Sara Pedron.

2 Novembre 2014