Associazione Culturale Khorakhanè / C.F. 92170110289 / P. I. 04669160287 - info@khorakhanet.it / Tel 049 9815190

“So Far So Good” 2009 – programma delle serate

“So Far So Good” 2009 – programma delle serate

PROGRAMMAZIONE DELLE SERATE

30 luglio 2009: Ma.La.VITA

Ma.la.vita

Prendete un frullatore…prendetelo bello grande…apritelo..con molta delicatezza metteteci dentro 1 kg di blues, 1 kg di rock’n roll, ½ kg di grunge, ½ kg di psichedelica, 0,3 kg di noise…molto bene, chiudete il frullatore ed frullate. Il prodotto che andrete a versare è qualcosa di unico, che si chiama “MA.LA.VITA”.

A tratti emerge la chitarra di Hendrix, la voce di Pelù, la grancassa di Bonham, ma lentamente i MA.LA.VITA assomiglieranno solo a loro stessi.

 

 

31 luglio 2009: Enjoint

Enjoint

Gli Enjoint nascono nel 1995. Fin dagli esordi l’eterogeneo gruppo trova un punto d’incontro nel desiderio di fondere in un sound originale stili musicali diversi quali lo ska, il punk-rock e il reggae.

Nel novembre 96, dopo varie esibizioni e concorsi per band emergenti, gli Enjoint realizzano un primo demo che troverà ampi consensi nel padovano dando avvio alla cosiddetta “ska revolution”.

Nel 1997 la formazione si allarga con l’aggiunta della sezione fiati che permette di sondare nuovi orizzonti entrando nei territori dello ska original e dello swing che coloreranno di nuove tinte il progetto del recente gruppo.

Nel 2000, i tempi sono maturi per la realizzazione del primo album ufficiale. L’esordio discografico, intitolato “Skankin Twins”, uno split album condiviso a metà con la band tedesca Maskapone, pubblicato sia in italia che in germania dalle etichette indipendenti “Kob Records” e “Mad Butcher Records”. Un discreto successo di pubblico consente al gruppo di intensificare l’attività live con concerti in diversi locali, club e festival del nord Italia apparendo anche al fianco di mostri sacri dello ska e del reggae come “Skatalites”, “The Wailers” e “Laurel Aitken”.

Non mancano significative esperienze anche nel resto della penisola e in Europa (Svizzera, Austria, Germania, Olanda, Belgio e Croazia). Nel 2003 gli Enjoint iniziano a lavorare sui nuovi brani ritirandosi in studio di registrazione, dove troveranno preziosi supporti tecnici e nuovi collaboratori che sapranno valorizzare il suono della band non solo per le incisioni ma anche nei live. Nel 2005 gli Enjoint entrano in contatto con l’etichetta discografica “Bagana Records”, che pubblica il nuovo album e include la band padovana nella propria scuderia. Impossibile restare fermi: do you wanna dance?

 

01 agosto 2009: I folletti del grande bosco

Folletti del grande bosco

Polvere che si alza dalle interminabili capezzagne che tagliano le campagne, ricoperte di grano turco e barbabietole. Polveri sottili che tagliano il fiato levandosi dall’asfalto cotto dal sole, o bagnato da una pioggia che ne accentua l’odore, zanzare e nebbia a dirci quando è estate e quando è inverno.

Fumo grigio di zone industriali appena abbozzate, di un Polesine ancora agricolo e chiuso a riccio tra i due grandi fiumi, Mesopotamia del Veneto, a due passi da un mare malato, dove i virus portati dal Po crescono impazziti, nelle cui spiagge si cerca di imitare le riviere dei luoghi più “In”, ma che alla fine restiamo noi, con i nostri limiti e le nostre magie, che ci fanno uscire con la mente da questa Provincia Democristiana e bigotta.

Qui nascono e vivono “I Folletti del grande bosco”, dove i boschi non ci sono, solo il pioppo ne simula la presenza sulle rive del fiume, qui iniziano a suonare e a partire varcando i confini, a nord e a sud della Provincia.

Dai lontani anni ’90, timidi ma decisi, prendono ciò che Rovigo offre, ne bevono il succo, meglio se vino, dissetando la voce per poter cantare di storie, di vita e di morte, di sangue partigiano e di voglia di volare lontano, contro un vento di sale che arriva dal mare. “Suona suona suona fisarmonica che nel vento lotterà”, “vivi la tua vita continua a lavorare, mangia, ingrassa e caga”, non pensare all’Africa nera senza le gambe di un bambino, o alla frontiera che uccide un uomo che sperava, rimane, come diceva la nonna, solo da guardare il cielo, perché “con la stella del mattino si comincia a lavorare e con la stella della sera occhi al cielo per sognare” Folletti del grande bosco, folk/rock da ballare, da ascoltare, divertente, riflessivo, malinconico, dai toni forti, come l’ideale che ci lega ad una storia dal sapore di cose buone.

 

02 agosto 2009: Chupones

Chupones

Chupones, formatisi nel 2004 da musicisti provenienti da diverse situazioni, nell’area di Padova e Rovigo, uniscono una passione sfrenata per i concerti esplosivi al gusto dell’ironia e del divertimento.

Propongono uno spettacolo davvero travolgente di due ore di Ska-Punk-Rock, con il Tributo al gruppo spagnolo “Ska-P”, ovvero una scelta di brani di questa band, dai più noti, a quelli meno conosciuti, miscelati con momenti di sano scherzo e grosse risate fra noi e chi ci guarda. Il gruppo può essere definito come l’unica Ska-P Tribute Band italiana, con tutti gli onori del caso, ma anche con l’onere di dover essere all’altezza di tale “incarico”.

 

03 agosto 2009: Re-Verbero e Edo

Re-Verbero:Siamo nati nel 2006. Tre vecchi amici che ascoltano la stessa musica, decidono un giorno di prendere in mano uno strumento e mettersi sulla strada del rock! La nostra musica è semplicemente quello che sentiamo, senza scelte imposte…è solo rock.

Edo

Mi chiamo Edoardo Cremonese, ma tutti, proprio tutti mi chiamano Edo da sempre. Scrivo canzoni a modo mio, (perchè è l’unico modo in cui riesco a farlo) trattano principalmente di temi sociali e della vita di provincia, lo faccio perchè quando ci riesco mi sento apposto con la coscienza. Tra le altre cose nel Giugno del 2006 divento famoso per essermi buttato col paracadute e per aver fatto alcuni sketch (tra i quali incontrare i Muse) con una famosa emittente televisiva di musica, nell’Agosto dello stesso anno cesso di essere famoso. Ad ogni modo è dal 2003 che suono un pò ovunque, da prima con una band ed in seguito con la mia chitarra acustica.

All’ inizio del 2009, dopo anni di demo e promo, decido di autoprodurmi un disco, registrato con Manuel Massarotto dentro un’armadio di casa mia, con la collaborazione al missaggio di Marco Fasolo dei Jennifer Gentle, l’uscita del disco è prevista per l’ autunno di quest’ anno e si chiamerà “IO, LA PROVINCIA E L’ ARMADIO”. Nel frattempo a Luglio del 2009 vedrà la luce un disco live, registrato durante una serata in uno storico locale padovano, intitolato “BOOOOTLEG” che verrà presentato il 3 Agosto al Parco Villa Bassi di Abano Terme nell’ambito della manifestazione “So far so good… 2009” organizzata dall’associazione Khorakhané.

 

04 agosto 2009: Chickenfeed

Sei personaggi stravaganti che senza fermarsi un attimo ti accompagnano nell’atmosfera del Rock’n Roll degli anni ’70, nel Rock & Blues deglianni ’80, fino alle ultime uscite dagli

anni ’90 ad oggi. Pink Floid, The Who, Dire Straits, The Rolling Stones, Elvis Presley, Guns ‘n Roses, Jethro Tull, Franz Ferdinand e molti altri! Energia pura che cresce ad un ritmo sempre più incalzante che ti impedirà di rimanere fermo!!!

 

05 agosto 2009: Palco Mobile

Palco mobile

Il Palco Mobile è un’entità fatta di Gente Mobile: artisti, poeti, musicisti di strada… Nasce nel 2007 dall’incontro tra Davide Desolei (chitarra, voce, armonica) e Daniele Pinato (percussioni molteplici e diverse). L’intento è di dare vita a un repertorio di brani originali che uniscono e mescolano tra loro la tradizione della musica folk, testi in italiano, ritmi e ambientazioni fantastiche. Accanto e grazie a questo si realizza il nostro desiderio di unire l’esperienza di ciascuno in un luogo (reale o immaginario che sia) che ci accomuna o ci avvicina in un sentire o in un ascolto…

 

06 agosto 2009: Bird Watching e Favole di Carta

Favole di carta

Gruppo che nasce nel maggio del 2009 per dare bazzecole del mondo. Visione, alta non sublime del normale vivere dì. Progressivo crescere di una mente, transazione di più vite, in una suite musicale caricata dalle esperienze ed ascolti individuali, verso una caricatura del male di vivere.

Giorgio Rosin alla batteria, Leonardo Gaffo al ms-20 ed elettronica, Nicola Alfine chitarra-voce, e Luigi Fasolato basso steel.

Ogni musicista esce da esperienze multiple accumulando buone recensioni e parecchi live all’attivo, in antemprima nel Nord est propongono una musica concreta misto noise con testi e suoni inediti.

Favole di Carta: Band che si muove nell’ambito milanese, ma composta da elementi provenienti da tutta la penisola. Nata da una commistione di stili “indie, rock, britpop, elettronica”. La band parte da un precedente progetto nato nel 2005 chiamato Mamatofiwa, ma poi fallito per le troppe idee discordanti dei componenti. Dopo aver attraversato un periodo sotto il nome di Interno 14, i componenti trovano l’equilibrio sonoro giusto, che li porta a trovare una cifra stilistica ben definita. La Band prende il nome definitivo di “FAVOLE DI CARTA”. F.D.C si esibisce in live coinvolgenti e carichi di energia, italianizzando un stile tipicamente British.

 

07 agosto 2009: Mr. Pink

Mr. Pink

I Mr. Pink nascono nel 2006 come gruppo pulp. Ispirati dalle musiche dei film di Tarantino i Mr. Pink hanno composto e registrato in un cd diversi brani. L’apertura a collaborazioni con diversi musicisti e i successivi percorsi evolutivi hanno allargato il campo di ispirazione e di espressione del gruppo il quale si presenta con una formazione di sei elementi e propone uno spettacolo musicale eclettico in cui si fondono sonorità pulp, rock, funky-jazz con incalzanti digressioni ritmiche di sapore ispanico che spingono il pubblico ad alzarsi e ballare.

La formazione attuale è composta da Giuseppe Salvatore Costa (chitarra elettrica), Michele Fasolato (chitarra classica- voci), Simone Crispino (basso), Simon Pajaro (batteria), Piero Baraldo (violino), Daniele Pinato (percussioni- voci).

 

08 agosto 2009: Djolibé Djembé

Djolibé Djembé

È una band che ormai da molti anni matura la propria identità musicale attraverso lo studio del linguaggio musicale africano e che ha trovato recentemente ulteriore energia attraverso il contributo di Falilou Seck, senegalese nato a Dakar, allievo dei più grandi percussionisti di djembé tra i quali Fadouba Oularè (Guinea), Indy Kantè (Mali) e Famaudou Konate (Guinea). Le sonorità musicali del gruppo sono quelle prodotte dai veri strumenti musicali africani quali il djembé, il dounumba, il kenkeni, il sangban ed il balafon mentre i brani sono un’integrazione tra i ritmi tradizionali e le nuove idee che nascono dalla spiccata creatività musicale di Falilou.

Djolibé Djembé propone spettacoli attraverso un ricco repertorio di musica caratterizzata dalle melodie del canto trascinate dal magico suono del balafon e dall’energia dei tamburi africani che entusiasmano e trascinano il pubblico facendo riemergere sensazioni antiche e piacevoli emozioni.

Associazione culutrale khorakhanè

0 Commenti

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*