Associazione Culturale Khorakhanè / C.F. 92170110289 / P. I. 04669160287 - info@khorakhanet.it / Tel 049 9815190

“So Far So Good” – il filo conduttore: la crisi.

“So Far So Good” – il filo conduttore: la crisi.

Fragilità, insicurezza, crisi, paura del futuro, de “l’altro”, del cambiamento. Sono queste alcune delle parole che meglio descrivono la condizione del nostro presente. Condizione che favorisce l’insorgere di episodi di intolleranza e discriminazione, nonchè di fenomeni politici e culturali che ripropongono semplificazioni profondamente dannose e distruttive dei legami sociali necessari per affrontare con intelligenza la crisi e i grandi cambiamenti che stiamo attraversando.

È crisi la parola chiave di “So Far So Good” 2012:

  • crisi come momento eccezionale di messa in discussione dei paradigmi che ci hanno condotto all’attuale situazione;
  • crisi come possibilità di immaginare nuovi scenari, di condividere nuovi percorsi, di rispondere delle proprie azioni.

“So Far So Good” lo pensiamo e lo vogliamo come un’occasione per stare insieme, dove incontrarsi, dove conoscersi, dove scambiare idee ed esperienze, dove pensare, dove costruire, dove essere.

Perchè la crisi? 

So Far So Good rappresenta la tappa conclusiva di un percorso di analisi confronto ed elaborazione svolto nel corso dell’anno dai ragazzi dell’Associazione Khorakhané sui seguenti temi:

  • Rappresentanza e crisi economica e sociale

Il gruppo di lavoro sulla rappresentanza e sulla crisi economica – sociale ha discusso intorno al rapporto di fiducia/sfiducia che intercorre tra i cittadini e i rappresentanti istituzionali.  Ha approfondito in particolare i casi positivi di collaborazione fra cittadini e amministrazioni nella definizione di progetti e iniziative condivise in grado di stimolare la partecipazione dal basso e come risposta ai fenomeni di sfiducia generalizzata, delega, apatia e disinteresse verso le questioni di carattere collettivo.   Saranno proposti inoltre degli spunti per poter interpretare la evoluzione della crisi del sistema economico che colpisce attualmente i paesi dell’unione europea e che ridefinisce gli assetti globali e il ruolo dei governi nazionali nella elaborazione delle politiche economiche.

  • Ambiente

Il gruppo ha sviluppato la tematica della sostenibilità ambientale degli allevamenti intensivi accusati di essere responsabili del 18% delle emissioni di Gas a Effetto Serra, come sottolineato dai recenti rapporti della Fao, approfondendo in particolare le differenze esistenti all’interno dei sistemi di allevamento e il diverso impatto che producono in termini di costi ambientali e sociali. Sono state analizzate anche le implicazioni sulla sicurezza alimentare della produzione intensiva di beni alimentari.   Una parte del gruppo ha approfondito la tematica dell’acqua come bene comune, come bene irrinunciabile che appartiene a tutti e per questo non privatizzabile.  Sono stati svolti degli approfondimenti sulla corretta gestione del ciclo dei rifiuti e realizzate delle attività laboratoriali di costruzione di oggetti e di scenografie con materiale di scarto che potrete trovare all’interno della festa.

  • Abitare

abitare  Il gruppo ha approfondito la tematica dell’abitare, analizzando in particolare il rapporto esistente tra il consumo del territorio e il benessere sociale. Il tema è stato declinato partendo dai dati sulla  cementificazione del territorio italiano e sulle relative conseguenze in termini di costi ambientali e sociali e si è concentrata sulle nuove forme di convivenza abitative.

 

Associazione culutrale khorakhanè